Festival internazionale del cinema di Bari (Bari International Film Festival)

BIF&ST – il festival internazionale del cinema di Bari riesce a coinvolgere 70.000 spettatori nel corso del suo svolgimento. In solo cinque edizioni, grazie all’offerta variegata e il livello culturale elevato (il programma del 2013 ha presentato 402 eventi nel corso di otto giorni), ha visto una crescita rapida per diventare uno degli eventi cinematografici più importanti d’Italia.

Il regista di film Ettore Scola è il presidente del Bif&st. Il regista Felice Laudadio, ex direttore del festival del cinema di Venezia e presidente di Cinecittà Holding fa parte dell’organizzazione. La struttura principale che ospita gli eventi è il Teatro Petruzzelli, incluso trai più bei teatri al mondo, a questo si aggiungono altri 12 teatri cittadini dedicati al festival.

Festival internazionale del cinema di Bari

Le serate di gala del festival si svolgono nel teatro Petruzzelli durante agosto, presentando prime visioni internazionali (o in ogni caso prime visioni assolute per il mercato italiano) di film altamente spettacolari, tra i quali nel 2010: Nine di Rob Marshall, The Lovely Bones di Peter Jackson, An Education di Lone Scherfig, Away We Go di Sam Mendes; Bright Star di Jane Campion. nel 2011: The King’s Speech di Tom Hooper, Morning Glory di Roger Michell, London Boulevard di William Monahan. Nel 2012: Extremely Loud & Incredibly Close l’di Stephen Daldry, The Best Exotic Marigold Hotel di John Madden, Titanic 3D di James Cameron. In 2013: The Place Beyond the Pines di Derek Cianfrance, A Late Quartet di Yaron Zilberman, Stand Up Guys di Fisher Stevens, Mama di Andrés Muschietti, Stoker di Chan-wook Park.

Durante i cinque anni passati, alcuni degli ospiti che hanno ricevuto il premio “Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence”, per aver illuminato il mondo del cinema con il loro lavoro artistico sono stati: Marco Bellocchio, Claudia Cardinale, Dante Ferretti, Stephen Frears, Abbas Kiarostami, Nicola Piovani, Francesco Rosi, Barbara Sukowa, Bertrand Tavernier, Paolo e Vittorio Taviani, Giuseppe Tornatore, Margarethe von Trotta e Max von Sydow tra i molti. Ognuno di questi celebri professionisti ha tenuto dei corsi dedicati a un pubblico appassionato di circa 1.200 persone raggruppate ogni volta all’interno del Teatro Petruzzelli.

Il festival non è stato celebrato con entusiasmo solamente dal pubblico locale, grande interesse è stato dimostrato anche dalla International Federation of Film Critics (FIPRESCI), la quale ha deciso di tenere la sua assemblea generale annuale a Bari durante le date del Bif&st. Infatti, la copertura mediatica delle proiezioni presenta giornalisti nazionali e internazionali: 130 professionisti provenienti dall’Italia e 40 dal resto del mondo.

Il Bif&st ricerca inoltre archivi cinematografici e televisivi con documenti preziosi che ancora non sono stati rilasciati e che riguardano celebri personalità considerate come ambasciatori del cinema italiano nel mondo. Un esempio sono le retrospettive dedicate a Federico Fellini, Alberto Sordi, Carmelo Bene e Gian Maria Volonté, tra le più estese mai tributate a questi grandi maestri.

In aggiunta alle proiezioni fuori concorso, gli eventi speciali, i laboratori e gli incontri con agli autori, il Bif&st presenta 5 sezioni in concorso: una dedicata ai migliori film italiani prodotti nel corso dell’ultimo anno, una dedicata ai migliori film documentario italiani, una ai migliori cortometraggi italiani (Arcipelago); una alla migliori prime e seconde opere registiche e l’ultima presenta una selezione di 10-12 dei migliori film prodotti a livello mondiale, la seziona Panorama Internazionale.